Powered by Max Banner Ads 
929

Autore: L.G.

Risulta difficile dare una definizione sola e sintetica di questo personaggio tutto italiano, molto romagnolo e al contempo così internazionale e quindi non lo faremo, non daremo definizioni, spiegazioni, riassunti, non tenteremo di restringerlo su 10 righe, o su un foglio di giornale, ma in alternativa consigliamo tutti stasera di andarsi a vedere un bel film, uno qualunque, di questo regista sognatore e visionario.
Ci piace però fare qui un riepilogo dei premi più importanti che è riuscito a collezionare con i suoi 24 film (24 considerando anche quelli diretti a due mani, come Luci del varietà, o gli episodi di film collettivi, come Agenzia matrimoniale, Le tentazioni del dottor Antonio e Toby Dammit) girati fra il 1950 al 1990:
dodici nomination per i Premi Oscar per diverse categorie di riconoscimenti tra il 1947 e il 1977, ben cinque dei quali vinti, quattro statuette per i migliori film stranieri (La Strada, Otto E ½, Amarcord, Le Notti Di Cabiria) e uno alla carriera conferito nel 1933, pochi mesi prima della sua morte, avvenuta il 31 ottobre a Roma.
A questi aggiungiamo 12 Nastri D’Argento, 3 David di Donatello e 1 BAFTA.
Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 1964 e nel 1987, inoltre, Federico Fellini ha ricevuto le onorificenze di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
A lui è inoltre intitolato il premio “Fellini 8 ½” che viene assegnato, in nome dell’eccellenza artistica, al Bari International Film Festival.

Ma Fellini non ha disdegnato neanche l’arte degli spot pubblicitari, lavorando per grandi marchi come: Campari, Barilla e per la Banca di Roma. Questi ultimi, girati nel 1992, rappresentano di fatto le sua ultime prove di regia.
Federico Fellini una volta disse: « Noi abbiamo passato la seconda metà della vita a cancellare i guasti che l’educazione aveva fatto nella prima ». Altri tempi, ora l’educazione è merce rara e nella seconda metà della vita c’è qualcuno che cerca di scoprire cosa sia.
Il logo che Google gli dedica non è particolarmente originale e ritrae un Fellini di mezza età in bianco e nero, con la sua macchina da presa.
Forse non tutti sanno che Fellini nasce come vignettista e ritrattista, sicuramente una elaborazione di un suo bozzetto sarebbe stata più accattivante e frizzante.
Durante il funerale del regista, Giulietta Masina, sua inseparabile compagna di vita, chiese al trombettista Mauro Maur di suonare l’ “Improvviso dell’Angelo” , musica composta dall’amico Nino Rota, altro grande artista ricordato pochissimo tempo fa sempre in un doodle di Google.
E come già scrissi, con quella musica Federico ci lasciò, non senza averci donato le più belle emozioni del grande schermo.
Oggi tutto il mondo lo ricorda con articoli, film e celebrazioni.

 

 


 Powered by Max Banner Ads 

Lascia un commento

(richiesto)

(richiesto)

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Spoletocity: Registrato presso il Tribunale di Spoleto, con il numero 01/09. Direttore responsabile dal 1° nov/2011: Moreno Carlini (moreno@spoletocity.com)

Questo giornale è uno spazio di approfondimento e di incontro in cui tutti possono intervenire. Si pubblicano solo contributi firmati. Chi scrive un commento si assume la responsabilità delle proprie parole. In caso di contestazione i dati in nostro possesso, relativi alla violazione, verranno comunicati alle autorità competenti. L'invio di informazioni o documenti di qualsiasi natura si intenderà a titolo gratuito e attribuirà a Spoleto City il diritto illimitato e irrevocabile di usare, pubblicare, riprodurre ed eventualmente modificare detto materiale. Le immagini pubblicate nel sito, possono essere state prese da internet. Chi volesse chiederne la rimozione o sostituzione, potrà farlo contattando direttamente la redazione (info@spoletocity.com). Per qualsiasi comunicazione urgente, si può chiamare il 393 65 88 232. Per richieste commerciali: contattare cell. 348 772 14 14 (commerciale@spoletocity.com)

P.IVA 02271780542